Termografie

Con il termine termografia si intende la visualizzazione bidimensionale dei valori di irraggiamento di una qualsiasi superficie mediante una termocamera.

Tutti gli oggetti, che abbiano una temperatura superiore allo zero assoluto (- 273,14° C), emettono delle radiazioni nel campo dell'infrarosso che peró non sono visibili all'occhio umano.
La termocamera è in grado di rilevare tali radiazioni, di effettuarne la misurazione e produrre un'immagine termografica visibile. Per rendere l'immagine termografica leggibile l'apparecchio utilizza una scala di colori convenzionale alla quale vengono assegnati dei valori corrispondenti alle differenti temperature.

La termografia è una tecnica non intrusiva (non c'è contatto tra apparecchiatura ed oggetto da esaminare) e non distruttiva, ha pertanto un vastissimo campo di applicazioni, dal settore civile a quello industriale, dal rilevamento territoriale ed ecologico alla protezione civile, dalla diagnostica medica al settore aerospaziale. 
I sistemi di visione termografica computerizzati permettono sempre nuove applicazioni, tanto che la termografia si dimostra sempre più uno strumento fondamentale nei test non distruttivi e nel monitoraggio.

In sintesi la termografia può essere impiegata in tutte le situazioni in cui la variazione della temperatura superficiale è attribuibile a discontinuità nelle proprietà del materiale.